Utilizziamo cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione ed offrirti contenuti e pubblicità di tuo interesse. Se vuoi saperne di più clicca qui.

Benvenuti nel Blog di Natàlia Perarnau

.

Leggi i post del blog di Kids&Us
Reduce the use of plastics

Mi piace settembre, nonostante lo sconvolgimento che comporta in una famiglia con bambini in età scolare: ripresa delle attività scolastiche, nuovi libri, vestiti per l’autunno, recupero delle abitudini... È facile pensare che il rientro dalle vacanze sia stressante ma, se proviamo a guardarlo diversamente, settembre è anche un mese pieno di opportunità: cominciare nuovi progetti, scrivere liste di propositi, ritrovarsi con i colleghi di lavoro, con gli altri genitori di scuola o con i compagni del corso di cucito, … ma non esageriamo con elenchi interminabili! È meglio stabilire delle priorità e iniziare da piccoli cambiamenti realizzabili.

Proprio perché è un mese di cambiamenti, ho sempre pensato che settembre fosse il momento migliore per avviare nuovi progetti. Oltre a recuperare la routine quotidiana, è importante individuare nuove motivazioni e sfide che, per piccole che siano, sicuramente ci faranno sentire bene. Anche io ho una lista di buoni propositi. L'abbiamo preparata in famiglia, come quasi tutte le cose importanti. Ci siamo seduti tutti e quattro intorno a un tavolo e abbiamo deciso che era giunto il momento di fare qualcosa per prenderci cura un po' di più del nostro pianeta: cosa fare per essere una famiglia più ecofriendly?

All'inizio sono uscite proposte molto ambiziose, forse troppo, e abbiamo dovuto ridimensionare le aspettative e iniziare da qualcosa di un po' più semplice come, per esempio, spegnere le luci quando usciamo dalla stanza (succede anche a voi che i vostri figli lascino sempre le luci accese?). Anche mangiare frutta e verdura locali e di stagione è un'abitudine particolarmente importante in famiglia. Nostra figlia, per esempio, è vegana e, onestamente, c’è una grande differenza tra mangiare una pesca in estate o mangiarla a marzo!

Un’altra delle proposte che ci è subito venuta in mente è stata la riduzione della plastica nella nostra vita quotidiana. Dal momento che vogliamo ridurre l’impatto negativo che abbiamo sull'ambiente, abbiamo preso alcune decisioni relative a quest'ultima proposta.

  • Usare capsule di caffè riutilizzabili: se anche per voi la giornata non inizia finché non bevete il caffè credo che questa sia una soluzione perfetta. Noi abbiamo iniziato a usarle così: compriamo il caffè macinato e riempiamo di volta in volta un’apposita capsula riutilizzabile. È ecologico e, inoltre, conserva un po' del romanticismo di prepararsi il caffè da soli.
  • Evitare i contenitori di plastica durante la spesa. Individuare e scegliere prodotti non contenuti in vassoi di polistirolo non è semplice ma si può fare. Sempre più negozi offrono buste di carta per comprare prodotti sfusi. Inoltre, esistono alcuni supermercati dove è possibile portare i propri contenitori o mettere la spesa in scatole di cartone. E se il supermercato dove andate normalmente ancora non lo consente, potreste provare a proporglielo. Sono sicura che un po' alla volta riusciremo a migliorare.
  • Il pane, rigorosamente nella busta di carta: non solo la carta è riciclabile ma il pane si conserverà più fragrante. Se il vostro panificio di fiducia ancora utilizza buste di plastica, un’idea potrebbe essere portare da casa una busta di tela, riutilizzabile innumerevoli volte, che consente di conservare gli alimenti molto meglio della plastica. Altro spunto – perché no – potrebbe essere quello di realizzare una busta riutilizzabile direttamente con le vostre mani, visto che ultimamente il cucito sta tornando di moda (e in un colpo solo potreste così spuntare magari due propositi della lista!).
  • Avere sempre a portata di mano una busta di tela: è comodo tenerne una in borsa per i piccoli acquisti di tutti i giorni.
  • Usare il carrello o un cesto per la spesa: se possibile, cerchiamo di recuperare abitudini che forse non avremmo mai dovuto perdere, come fare le compere nei negozi di quartiere con il carrello o con una sporta.

Come vedete i nostri propositi sono molto concreti. Abbiamo pensato a piccoli cambiamenti alla portata di tutti e che ci consentono di acquisire nuove abitudini ed essere più rispettosi verso l'ambiente. Prima, a fine giornata, accumulavamo una quantità enorme di rifiuti, alcuni dei quali ad oggi ancora non riciclabili. Abbiamo iniziato l'esperimento qualche giorno fa e siamo già molto soddisfatti dei risultati. Tutti e quattro stiamo imparando molto: infatti, sebbene i nostri figli abbiano avuto la fortuna di crescere in una società dove il riciclo e la difesa dell'ambiente sono temi all’ordine del giorno, tutti abbiamo un ruolo molto importante da svolgere in questa avventura.

Anche in Kids&Us abbiamo a cuore l'eredità che lasceremo alle generazioni future; e il nostro impegno nei confronti dell'ambiente ci obbliga a fare uno sforzo per ridurre i materiali non riutilizzabili. Per questo motivo, quest'anno abbiamo dimezzato l'uso di plastiche nei pack dei materiali per i corsi dello stage Kids e l'abbiamo ridotto del 95% nei pack dei materiali per gli studenti Babies. Inoltre, ognuno dei nostri zaini è prodotto utilizzando la plastica riciclata di 4 bottiglie.

Insomma, il mese di settembre è straordinario e può essere il momento perfetto per iniziare a prenderci cura un po' di più del nostro pianeta. E voi, avete già pensato a una lista di propositi? Raccontatemi le vostre buone abitudini per ridurre l'uso della plastica in casa. 

  1. 259
Condividi su >

Commenti

Lascia un commento

È necessario essere registrati per poter inserire un commento.